Share

Il vecchio tatuaggio,opera d’arte realizzata sulla tela piu’ preziosa che si possa trovare al mondo, non e’ piu’ irrimediabilmente indelebile. All’esercito di tatuatori, amatoriali e professionisti, si contrappongono una schiera di moderni dermatologiarmati di laser.

 

Secondo una statistica sono piu’ di 20 milioni nel mondo le persone tatuate e il numero sarebbe in costante crescita a causa di una nuova popolarita’ del tatuaggio fra i piu’ giovani.

Ogni anno pero’, circa il 28% di quelli che si sono fatti tatuare nell’anno precedente, ci ripensano e decidono di farseli togliere.

Tradizionalmente la rimozione di un tatuaggio e’ stato un processo doloroso e non sempre soddisfacente. A seguito di una dermoabrasione con fresa, di una abrasione con cristalli salini o una rimozione chimica con acido tannico o tricloroacetico, la cicatrice risultante puo’ risultare esteticamente spiacevole e parzialmente pigmentata.

Il laser puo’ servire allo scopo, tuttavia, a causa delle comuni e rigide lunghezze d’onda, in base al principio della fotodermolisi selettiva, generalmente essi possono dare ottimi risultati solo per alcuni colori specifici lasciando il resto inalterato. Secondo l’esperienza di numerosi dermatologi, la migliore soluzione sarebbe quella di utilizzare il laser Multilight della ESC, che per la flessibilita’ dello spettro d’emissione che varia da 515 a 1200 nm la durata dell’impulso e l’intervallo tra gli impulsi, permette di trattare un ampio gruppo di colori normalmente usati dai tatuatori, a diverse profondita’, frantumando le particelle degli inchiostri che verranno poi rimosse dal sistema linfatico, senza danneggiare i tessuti circostanti. Durante uno studio condotto negli Stati Uniti su 76 diversi tatuaggi, dicolore e dimensione differenti, il 58% dei disegni apparivano completamente rimossi dopo 5 sedute e il 12% dopo un solo trattamento. Nel 53% dei casi si e’ verificato un lieve eritema e nel 44% un edema della parte, tuttavia entrabi questi effetti indesiderati sono scomparsi nel corso di pochi giorni. Il costo della rimozione è variabile e dipende ovviamente dalle dimensioni del tatuaggio e dai colori che lo compongono. Il prezzo viene calcolato per ogni seduta e varia dai 100/150 euro per un piccolo disegno monocolore, alle 400/500 per un disegno più grande e policromatico.

Rating 3.00 out of 5
[?]
Share