Share

Sta arrivando l’estate e i patiti dell’abbronzatura si preparano ad una nuova prova costume.
L’abbronzatura regala un aspetto sano e solare, ci fa sentire meglio: con un velo di abbronzatura la pelle risulta più lunimosa, radiosa e il fisico sembra persino più magro.
Ma siamo certi di sapere tutto sull’abbronzatura prima di scendere in spiaggia?
Ecco tutti i consigli per abbronzarsi senza rischi per la salute.

Ottenere un’abbronzatura omogenea e duratura senza compromettere la salute della pelle è possibile.

Basta attuare semplici accorgimenti quando ci esponiamo al sole per ridurre le conseguenze nocivedei raggi ultravioletti.

Esporsi al sole indiscriminatamente, a tutte le ore del giorno, senza una protezione adeguata non è certo un buon modo di prendersi cura della propria pelle.
Melanomi, tumori della pelle, eritemi, invecchiamento precoce… sono tutti problemi legati al sole preso male.

Per abbronzarsi in tutta sicurezza, in fondo, non occorre molto: solo un po’ di buon senso e – se si ha modo – un piccolo percorso di preparazione all’abbronzatura. 

Prima di abbronzarsi:

1) Un mese prima, preparare il fisico all’estate incrementando il consumo di frutta e verdura, soprattutto di colore rosso/giallo e arancio, ricche di carotenoidi (si può valutare l’assunzione di integratori alimentari).

2) Una settimana prima del mare si può effettuare un peeling per preparare la pelle

3) Ricordarsi che la ceretta non va mai fatta a ridosso dell’esposizione solare

In spiaggia:

1) Proteggere la pelle con filtri solari adeguati al proprio fototipo e all’età (molto alti i primi giorni e via via a scendere) attivi verso i raggi UVA e UVB. Sarebbe utile applicare la crema già mezz’ora prima di prendere il solo e ripetere l’applicazione ogni due ore nonché dopo i bagni.

2) Evitare le ore più calde della giornata

3) Esporsi al sole con gradualità, incrementando man mano le dosi

4) Non pensate di essere al sicuro sotto l’ombrellone o se la giornata è nuvolosa

Rating 3.00 out of 5
[?]
Share