Share

Philadelphia:  un piccolo di soli 9 mesi è morto per aver assunto grandi quantitativi di droga. Nello specifico, si tratta di eroina e di cocaina. Ovviamente il povero bambino è stato vittima di qualcuno. E secondo i giudici, i colpevoli sono i baby sitter che lo accudivano. Si tratta di due ragazzi poco più che 20enni: Oscar Sanchez-Rivera e Viameri Santana-Berrios, rispettivamente di 24 e 27 anni. Dovevano prendersi cura del bambino e invece lo hanno ucciso, con una crudeltà rara: i dottori infatti avrebbero rinvenuto diversi buchi di aghi sulle mani e sui piedi del piccolo.

Milton Rojas, ha assunto un quantitativo di farmaci tanto alto da essere paragonato a un mulo di droga che è lo slang per chi contrabbanda droga nel proprio corpo. I dettagli scioccanti della morte del bambino sono stati rivelati nel corso di un’udienza preliminare a Philadelphia dove il giudice ha ordianato che i due vengano processati per omicidio.
Secondo quanto dichiarano i paramedici, i due baby sitter del povero bimbo, Oscar Sanchez-Rivera e Viameri Santana-Berrios, avrebbero dichiarato che il bambino accusava problemi respiratori. Ma il Daily Mail, che ha diffuso la notizia, rivela che solo dopo l”autopsia è emersa la scioccante verità: il bambino era stato drogato con delle siringhe.

Rating 3.00 out of 5
[?]
Share