Share

Wren Bowell ha rischiato un danno cerebrale probabilmente irreversibile, e addirittura  la morte a causa di una matita che le si era conficcata nell’occhio. L’oggetto estraneo è stato asportato chirurgicamente con la rimozione di parte della pelle e dello scheletro, ma la bambina è salva miracolosamente e non riporterà alcuna conseguenza da questo incidente.
“La matita è arrivata ad un millimetro dal rompere un vaso sanguigno che avrebbe certamente comportato un’emorragia di importante entità, e dunque la morte”, scrive il Guardian: ”La matita le ha mancato l’occhio, completamente”, dice il papà.
Sembra che Wren disegnasse nella sua cameretta e si sia alzata per far vedere ai genitori quel che aveva disegnato; è inciampata sul cancelletto delle scale e la matita le si è infilata nell’occhio.

La madre, infermiera, ha capito subito che c’era da chiamare il pronto intervento: i chirurghi hanno dovuto, dicevamo, rimuovere parte del volto e delle ossa per rimuovere il pastello, e l’hanno poi rimesso insieme con piastre di plastica e viti, biodegradabili nel tempo.

Rating 3.00 out of 5
[?]
Share