Share

C’è un virus che si insinua silenzioso nella vita di molte coppie, e ne mette a repentaglio la salute, fino a diventare mortale: la noia. Che il matrimonio sia la ‘tomba dell’amore’ è certo un luogo comune, ma esprime uno dei concetti più infausti e purtroppo molto comuni della vita di coppia, cioè che dopo i primi tempi di amore e felicità rischia di sopraggiungere la monotonia della routine.

E’ probabilmente la prima causa di rottura per le coppie, molto di più dei tradimenti. Gelosia, bugie, incomprensioni, per quanto dolorose spesso tengono saldo il rapporto, perché lo riempiono di emozioni, siano esse positive o negative. E le emozioni scandiscono la vita, mentre la noia l’appiattisce. Ancora peggio quando la noia ci rende infelici ma la paura di chiudere un rapporto non ci permette di andare avanti, e si continua a vivere una relazione morta, che procurerà ulteriore infelicità. 

Quando si è soggiogati dal peso del tran tran quotidiano e la monotonia ci attanaglia, cancella con un colpo di spugna tutte le cose belle che legano due persone: la complicità, il divertimento, l’erotismo, l’attrazione. Le basi del rapporto vengono minate, ed è difficile ricostruirle. Quando due persone stanno insieme da molti anni, rischiano di lasciar insinuare la routine tra di loro senza nemmeno rendersene conto, per poi capirlo solo quando è tardi e ritrovarsi ad essere infastiditi l’uno dall’altro, se non, nel peggiore dei casi, ad odiarsi.


Discorsi tristi e disillusi? Non preoccupatevi, basta saper prevenire! Non tutti i rapporti devono per forza finire schiacciati dalla quotidianità, anzi: la vita di coppia può essere soddisfacente anche dopo 20 anni insieme, bisogna però saperla coltivare.

Immaginate che l’amore sia una pianta: si semina e il germoglio nasce facilmente, ma perché la pianta cresca rigogliosa e dia frutta occorre dargli l’acqua, togliere le foglie secche, magari concimare… 

Insomma, come fare a livello pratico a far crescere questa pianta bella robusta? Per prima cosa, gestite bene gli spazi fisici e mentali, variando la quotidianità. Ovvero: non state sempre in simbiosi, non fate tutto insieme o diventerà sempre tutto uguale. Conservate sempre un momento per voi stessi, per gli amici, per stare da soli. Allo stesso tempo, trovate però dei momenti per stare insieme, fate qualche cenetta a due, andate a vedere una mostra, un film al cinema (o una partita di calcio!). Insomma, coltivate interessi comuni, e magari a volte coinvolgete gli amici. 

Fategli qualche regalino che dimostri che avete capito con chi avete a che fare, perché sappia che i suoi hobby, le sue passioni sono apprezzate. È un maniaco di tecnologia? Fatevi consigliare da qualcuno esperto e comprategli qualche aggeggio super high-tech, anche se voi non sapete nemmeno a cosa serve. Ovviamente si spera che anche lui lo farà, sono situazioni che per dare benefici devono essere vicendevoli.

Siete sempre complici: è noto che i ragazzi in quanto a narcisismo non hanno nulla da invidiare alle donne. A meno chè non esageri facendo il gradasso, spalleggiatelo, soprattutto davanti alle altre persone. Poi magari gli direte quello che pensate in privato. Quindi, per quanto odiate quando lui si pavoneggia con gli amici ingigantendo un piccolo successo, o quando si auto-compiace delle sue capacità culinarie, come fosse uno chef a cinque stelle, non smontatelo.

Non dimenticate mai di compiacere il suo ego e di fargli notare quanto siete attratte da lui: fategli complimenti sia estetici che apprezzamenti sulle sue doti, fisiche o mentali (quanto cucina bene, com’è bravo con il computer, quanto vi piace quando canta…). Adulatevi l’un l’altro, sempre. 

Mantenete viva la sfera erotica accarezzandovi sempre, dandovi sempre un bacio quando vi incontrate o vi separate, e cercate di conservarne uno lungo e romantico almeno una volta la giorno. Tenetevi per mano, imboccatevi a cena, magari lasciate la porta aperta quando fate la doccia… non deve per forza finire come un una scena di Nove settimane e mezzo, ma sono tutti accorgimenti che servono ad attirare l’attenzione costantemente e a farvi desiderare. Se poi sotto le lenzuola vi comincia a mancare l’entusiasmo, abolite il letto! Fate l’amore in altre stanze della casa, all’aperto, in macchina… basta davvero poco a riaccendere una scintilla assopita se siete ancora innamorati. 

FONTE http://donne.it.msn.com

 

[subscribe2]

Rating 3.00 out of 5
[?]
Share