Share

Come applicare correttamente un profumo e aumentarne la durata. Scopriamo gli errori da evitare e i trucchi per scegliere la giusta fragranza.

Prendersi cura del proprio corpo, profumarlo, è tutt’altro che un’operazione banale da fare in fretta e furia. Molti non sanno che c’è modo e modo di applicare una fragranza sulla pelle.

Certo, sulle confezioni non troviamo istruzioni a riguardo, ma i maggiori esperti di cosmesi sembrano essere concordi sulle misure da adottare per applicare un profumo in modo corretto, in modo da aumentarne l’intensità e la durata. Vediamo dunque queste brevi e semplici regole.

1) Come e dove applicare il profumo

Il profumo andrebbe applicato ad una decina di centimetri di distanza dal corpo. Senza contare che acqua di colonia e lavanda possono essere spruzzate anche sugli indumenti, in maniera copiosa, meglio ancora se applicate sul collo dei vestiti, in modo che la fragranza possa sprigionarsi quando si cammina.

I profumi solidi, gli estratti di profumi e l’eau de parfum, invece, vanno dosati con cura. E’ consigliabile applicarli esclusivamente sui punti caldi, dove la circolazione del sangue è più intensa: tempie, polsi, braccia. In questi punti l’aroma tende ad attecchire di più, penetrando con maggiore insistenza.

2) Dosare non “innaffiare”

Con i profumi la moderazione è d’obbligo. Spesso ci si imbatte in persone troppo profumate, inconsapevoli del fatto che se si esagera con il profumo, l’effetto prodotto è quello contrario, rischiando di avere un odore sgradevole.

Esagerare con le dosi poi non serve ad aumentarne la durata, visto che il profumo evaporerà comunque. Per far sì che l’essenza duri a lungo, è importante applicarne poco, provvedendo a ripetere l’applicazione nell’arco della giornata.

3) Rinnovare

Il profumo andrebbe cambiato in base alle stagioni. Sarebbe preferibile usare una fragranza per l’autunno e l’inverno e un’altra per la primavera e l’estate.

Qual è la differenza tra l’uno e l’altro? Il profumo autunnale solitamente ha un’aroma più intensa e tende ad “avvolgere”. Le fragranze estive invece sono più “fresche”, alla frutta. Dunque meglio preferire l’eau de parfum per l’autunno / inverno e l’eau de toilette per l’estate.

4) Qualità

La durata di un profumo non sta tanto nella quantità applicata ma nella qualità dello stesso. E’ vero che i prezzi dei profumi di marca sono “gonfiati” per via degli investimenti pubblicitari e del packaging, ma in genere i profumi noti presentano una qualità piuttosto elevata.

5) Errori da evitare

- Esagerare con il quantitativo;

- Applicare la fragranza in zone irritabili (ascelle, parti intime);

- Strofinare i polsi dopo aver provato la fragranza (va ad alterarla);

- Lasciare il profumo al sole o sul termosifone (l’esposizione a fonti di calore va ad alterare l’essenza del profumo)

- Spruzzare il profumo su gioielli e materiali sintetici

Fonte lifestyle.attualissimo.it

Rating 3.00 out of 5
[?]
Share