Share

Scegliere il giusto make up sembra più un problema estetico che di salute: questo ombretto si intona con la il mio vestito nuovo? E il rossetto? Il fondotinta è del colore giusto per la mia carnagione? Il rimmel rende le mie ciglia lunghe e folte?
In verità se ci svincoliamo per un attimo da questi ragionamenti, non possiamo che renderci conto di una semplice evidenza: la salute della pelle è il primo e indispensabile accorgimento estetico che ogni donna dovrebbe curare. Una pelle sana è più luminosa, compatta e meno esposta a tutte quelle piccole imperfezioni che tanto ci turbano davanti allo specchio.
Scegliere il make up senza badare alla qualità degli ingredienti o alla serietà del produttore può esporci anche ad altri rischi: reazioni allergiche o irritazioni. Il risultato? Per rimanere solo sul piano estetico, occhi gonfi e arrossati, irritazione cutanea, arrossamenti, fino a vere e proprie dermatiti da contatto , con in più l’aggravante di non poter “nascondere” le imperfezioni.

Quindi non limitiamo i criteri di scelta solo al colore di tendenza o alla super-offerta del mese, ma impariamo anche a prenderci cura della salute della nostra pelle. Vediamo insieme come.

Farmacia o profumeria?

Il primo dubbio è dove comprare il make up? In farmacia o profumeria?
Il farmacista di fiducia può essere un valido alleato nella scelta dei prodotti cosmetici: possiamo affidarci al suo consiglio soprattutto se sappiamo di avere una pelle particolarmente sensibile. Inoltre i prodotti venduti in farmacia sono, generalmente, caratterizzati da una maggiore serietà e rigore nei processi di produzione, nella selezione delle materie prime, oltre che da una maggiore attenzione per la sicurezza.
Anche in profumeria possiamo trovare prodotti di qualità, ma non abbiamo a disposizione una persona che ci guidi: la responsabilità è nostra, quindi è ancora più importante possedere tutte le informazioni utili a giudicare la qualità di un prodotto.
Una buona norma può essere quella di affidarsi a brand noti e già provati e non cambiare troppo spesso marca (cosa che può favorire fenomeni di sensibilizzazione)

Allergie: attenzione a questi ingredienti!
Un ottimo punto di partenza può essere quello di imparare a leggere le etichette. Ogni prodotto cosmetico riporta sulla confezione l’INCI (International Nomenclature of Cosmetic Ingredients) ovvero l’elenco di tutti gli ingredienti. Non è necessario diventare piccoli chimici, ma possiamo imparare a riconoscere alcuni ingredienti che più facilmente possono scatenare allergie. Attenzione per esempio a questi ingredienti:

  • il nichel (cui è allergico il 20% degli italiani), presente in mascara, ombretti ed eyeliner
  • i conservanti (per esempio i parabeni)
  • i profumi
  • la lanolina, che è uno dei principali componenti delle creme per viso e corpo

Attenzione anche ai prodotti a base di erbe: naturale non è sinonimo di salutare, basti pensare a quante piante siano alla base di allergie molto diffuse.

Chi soffre già di altre allergie è più esposto a fenomeni di sensibilizzazione: oltre a controllare gli ingredienti, può utilizzare prodotti specifici, anallergici e clinicamente testati.
E’ inoltre sempre buona norma, per tutti, testare una piccola quantità di prodotto sulla pelle per verificare le reazioni.

Per scoprire invece a quali sostanze siamo allergiche bisogna rivolgersi al dermatologo o all’allergologo che effettuerà il classico patch test.

Le regole davanti allo specchio

Abbiamo fatto il nostro acquisto ed eccoci qui, davanti allo specchio pronte per l’operazione make up. La prima regola da seguire è quella di detergere in profondità la pelle. Poi possiamo stendere una buona crema idratante, specifica per la nostra pelle , che nutre e migliora la tenuta del fondotinta.
Il fondotinta poi va scelto in base al tipo di pelle: chi ha una pelle grassa deve preferire fondotinta non oleosi, compatti e opacizzanti, chi ha una pelle secca quelli cremosi o fluidi arricchiti con principi attivi idratanti, In ogni caso deve contenere un fattore di protezione solare, perché anche in città siamo esposte agli effetti nocivi delle radiazioni solari. Il colore poi deve essere il più possibile naturale e simile a quello del nostro incarnato. A questo punto possiamo procedere con il make up vero e proprio: potete dare sfogo alla vostra creatività. Attenzione però alla matita: meglio non applicarla all’interno dell’occhio per evitare congiuntiviti.

Rating 3.00 out of 5
[?]
Share