Share

Fino a oggi abbiamo ragionato così: chi è sovrappeso e litiga costantemente con la bilancia per dimagrire, oltre a mangiare meno, dovrebbe fare tanta attività fisica. Lo sport, del resto, fa smaltire le calorie di troppo e brucia i grassi. Il fatto è, però, che dopo una seduta in palestra o una partita a tennis o una nuotata in piscina, anche i più attenti a rispettare le regole della dieta, vengono presi da un appetito niente male. Con il risultato che, a tavola, rovinano tutto quello che di buono hanno combinato fin lì, tra sport e dieta. E allora? Ebbene: preparatevi a cambiare tutta questa impostazione, radicalmente.

 

Lo studio

La novità, infatti, va nel senso esattamente opposto a quello che abbiamo appena illustrato. Uno studio americano dimostra che al contrario di quanto abbiamo sempre saputo e pensato, un’intensa sessione di esercizi di 40-45 minuti – soprattutto al mattino – aiuta a combattere la fame.

Gli studiosi della Brigham Young University di Provo, nello Utah, hanno infatti esaminato l’ attività neuronale di 35 donne mentre osservavano una sequenza di immagini di cibo, scoprendo che il giorno in cui queste ultime avevano fatto esercizio fisico appena sveglie il loro cervello riceveva minori stimoli dalla vista delle pietanze.

 

Quanto dura l’effetto sazietà

I ricercatori hanno spiegato che questo è uno dei primi studi ad aver esaminato come l’ attività fisica influisca sulla diminuzione dell’appetito.

C’è tuttavia ancora un punto fondamentale che resta senza risposta: d’accordo, l’attività fisica intensa contribuisce a dare un senso di sazietà e anzi, a togliere l’appetito. Ma quanto dura questo effetto? Per quanto si protrae, dopo aver concluso la sessione di allenamento? Per rispondere a questi interrogativi, saranno necessari altri approfondimenti.

 

FONTE WEB

Rating 3.00 out of 5
[?]
Share