Share

 

Cominciato l’anno nuovo ed ecco spuntare la nuova dieta che di sicuro farà parlare di se come lo ha fatto la dieta DUKAN. La nuovissima dieta DASH..

 

La sigla sta infatti per “Dietary Approaches to Stop Hypertension”, e all’origine era un regime alimentare usato per combattere l’ipertensione: nel menù infatti è prevista una sostanziosa diminuzione dell’utilizzo del sale, spesso sostituito con il magnesio, il calcio e il potassio. Rispetto alle ben altre 29 diete a cui è stata paragonata dalla rivista “U.S. News & World Report” la Dash ha la capacità di prevenire e controllare il diabete, e di assicurare una buona funzionalità del cuore. I ricercatori del National Institute of Health hanno sottolineato che la dieta Dash si fonda su buone abitudini alimentari: insomma, rispetto alla Dukan ha dalla sua la benedizione dei medici.

8Ma esattamente, in cosa consiste questa Dash? Nel mangiare di tutto un po’. Sembra la scopertà dell’acqua calda, ma è proprio così: la Dash prevede un consumo giornaliero di circa 2.000 calorie, da assumere grazie a 6-8 porzioni di cereali ( 50 gr di pasta, o di riso, o ancora di pane), 4-5 di verdura ( 50 gr di broccoli, di pomodori, o di carote o di qualunque altra verdura di stagione), 2-3 di latticini (una tazza di latte scremato o di yoghurt), 6 di pesce o carne magra, e naturalmente frutta. Perfino i dolci sono concessi: ben cinque porzioni (modeste) a settimana. Una dieta favolosa, a quanto pare, ma aspettiamo che diventi una moda anche in Italia per capire dov’è l’inganno!

 

FONTE WEB

 

Rating 3.00 out of 5
[?]
Share