annunci per immobili
affitto e vendita case
Blackjack - 500€
casino online
annunci immobiliari

Poli impazziti e pianeti misteriosi

Share


La bufala più grande? Il pianeta Nibiru, o decimo pianeta, la cui orbita, finora nascosta, andrà a cozzare con la Terra. Quando? Il 12 dicembre 2012.

 

Chi crede nella catastrofe incalza con una tesi alquanto suggestiva. Quando il calendario Maya finirà la Terra, inspiegabilmente si fermerà per 72 ore, per poi riprendere a ruotare in senso inverso, con la conseguente inversione dei poli magnetici. La Terra rimarrebbe provvisoriamente sprovvista dello “scudo” magnetico che la protegge dalla radiazione cosmica e solare (vedi pagina precedente).

Inversioni lente
«Le inversioni impiegano qualche migliaio di anni per compiersi. E quando ciò avviene, la Terra non rimane affatto scoperta. Semplicemente, le linee magnetiche di forza vicine alla superficie della Terra si intrecciano e si fanno più complicate» spiega Gary Glatzmaier, docente di Scienze della Terra all’Università della California di Santa Cruz. «Un polo magnetico sud potrebbe comparire in Africa, per esempio, o un polo nord a Tahiti. Strano, è vero. Ma il campo magnetico è sempre presente e non smette mai di proteggerci dalle radiazioni cosmiche e dalle tempeste solari. Ce ne sono stati diversi nel corso storia della Terra. E la vita non si è mai estinta».
Per la cronaca, l’ultima inversione dei poli si è avuta 780.000 anni fa e non si sa quando si avrà la prossima. Di certo, comunque, non avverrà in una notte, ma richiederà millenni.

Il pianeta fine del mondo
Nibiru, alias Pianeta X, alias Decimo pianeta è comparso intorno al 2002, la sua orbita circola soltanto su internet. Nel cosmo, quello reale, nessuna traccia. Secondo le tesi disfattiste, il fantomatico pianeta orbiterebbe ai margini del nostro sistema solare e nel 2012 la sua orbita si avvicinerebbe pericolosamente a Terra e Sole. Nel primo caso, l’impatto farebbe scomparire ogni forma di vita. Nel caso, più fortunato, che Nibiru passi attraverso la corona solare, la sua attrazione gravitazionale indurrà una colossale emissione di particelle verso la Terra: una tempesta solare perfetta, in grado di superare il campo magnetico terrestre. In una parola: catastrofe!

Pianeta vecchio fa buon brodo (di bufala)
Come detto, la storia del pianeta circola su Internet già dal 2002: avrebbe impattato la Terra già il 15 maggio 2003. Vi siete accorti di nulla? Scaduto l’allarme, il pianeta è stato riciclato per la “profezia Maya”.
Le prove scientifiche prodotte online sono false, nessun pianeta è stato avvistato dai laboratori della Nasa incaricati di controllare i cosidetti Neo, gli oggetti vicini alla Terra possibilmente pericolosi.

 

INDICE

 

 

Share
Nessun commento presente.
*

Human Verification: In order to verify that you are a human and not a spam bot, please enter the answer into the following box below based on the instructions contained in the graphic.


Twitter Users
Enter your personal information in the form or sign in with your Twitter account by clicking the button below.

Twitter Tweet This
Nessun trackback