annunci per immobili
affitto e vendita case
Blackjack - 500€
casino online
annunci immobiliari

Siamo giunti alla fine

Share


Le ultime tesi sul 2012 e il perché le leggende metropolitane sulla fine del mondo non finiscono mai.

Chiudiamo infine con una delle profezie sul 2012 meno note e presenti in rete. Viene riportata in uno dei testi più articolati che cerca di dare un fondamento scientifico alle voci della fine del mondo: 2012, Apocalisse di Lawrence E. Joseph.
Secondo Joseph, alcuni geofisici russi guidati da Alexey Dmitriev pensano che l’intero sistema solare sia entrato in una nube energetica che sta contemporaneamente alimentando e destabilizzando il sole. La Terra potrebbe entrare nella nube tra il 2010 e il 2020.

Nuvole “nebulose”
Le analisi di Dmitriev si basano su dati pubblici. Le sue conclusioni, però, non sono state pubblicate su nessuna pubblicazione scientifica. Le sue ipotesi catastrofistiche, l’interpretazione dei dati che dà, non convincono la comunità scientifica.

Siamo giunti alla fine
La conclusione è che tutte queste ipotesi, gli scenari che molti pseudo scienziati propongono sono soltanto colossali bufale. Nessuna, ma proprio nessuna delle teorie di catastrofe intorno al 2012 ha il minimo fondamento non solo nella scienza, ma nella realtà. Perché allora tanta gente ci crede?
Ne sono affascinati perché rispondono a domande antiche: come è nata la vita, quando finirà, siamo soli nell’universo, c’è un modo per salvarsi, ci sono dei predestinati? Storie come queste mostrano come l’irrazionale a volte si camuffi da scienza, ne adotti il linguaggio per rendere credibili le affermazioni più strampalate. Alcuni, basandosi su questa “credibilità” posticcia se ne approfittano, guadagnandoci.


2012: la fine del mondo in una rappresentazione di fantasia
Alla fine l’autorevolezza della scienza viene riconosciuta, ma occorre maggior spirito critico, perché oggi è più complesso distinguere scienza da pseudoscienza.

Sbugiardati
E che fine faranno i siti che ci descrivono e ci preparano all’apocalisse? Che ne sarà delle trasmissioni televisive che sull’argomento ci speculano? Gli autori dei libri che provano a dare un fondamento scientifico a tali bufale?
«Come accade sempre con queste profezie, quando la data si avvicina, gli allarmi si attenuano: la fine del mondo si riduce a “sconvolgenti novità”» spiega Lorenzo Montali, esperto di leggende metropolitane. Come è successo per il pianeta X, così avverrà anche per queste bufale: verranno accantonate, riproposte dopo qualche anno, rielaborate in modi nuovi. Per rispondere a domande antiche.

 

INDICE

 

Share
Nessun commento presente.
*

Human Verification: In order to verify that you are a human and not a spam bot, please enter the answer into the following box below based on the instructions contained in the graphic.


Twitter Users
Enter your personal information in the form or sign in with your Twitter account by clicking the button below.

Twitter Tweet This
Nessun trackback